martedì 9 marzo 2010

Mercato immobiliare in ripresa, previsioni positive per tutto il settore

Buone notizie per il mercato immobiliare: è prevista un’incoraggiante ripresa di tutto il settore a partire dalla seconda metà del 2010. A diffondere la buona notizia è la Confedilizia che ha presentato i risultati della ricerca sui valori di compravendita degli immobili ad uso abitativo dell’ultimo semestre di 103 province italiane. Dalla pubblicazione della Confedilizia emerge che i prezzi più alti per acquistare casa in Italia sono al Nord, seguite poi dal Centro e infine dal Sud.

Gli esperti che hanno condotto lo studio, prevedono un aumento degli investimenti immobiliari che dovrebbe registrarsi, in primo luogo, nei grandi centri urbani per poi spostarsi anche nelle città di medie e piccole dimensioni. Dunque, finalmente una svolta positiva per tutti gli operatori del settore immobiliare! Secondo i dati pubblicati dalla Confedilizia la ripresa potrà essere anticipata o accompagnata anche dal miglioramento del settore delle locazioni immobiliari.

Al di là delle fiduciose previsioni, i fattori che determineranno un nuovo sviluppo del mercato immobiliare italiano dipenderanno indubbiamente anche dalle scelte del governo in questo ambito. In particolare, a parere della Confedilizia, sarà determinante l’attuazione di alcuni provvedimenti legislativi, come l’ introduzione della tassazione sostitutiva dei redditi da locazione, la cosiddetta cedolare secca, riconosciuta come misura anti-evasione e le agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie che sono state già previste ma, al momento, solo per gli immobili in Abruzzo colpiti dal terremoto dell’Aquila.

Noi di Blog Immobiliare abbiamo voluto indagare meglio sulla preannunciata svolta del mercato immobiliare e abbiamo scoperto che a confermare la ripresa c’è un’ inchiesta condotta dalla Banca d'Italia e Tecnoborsa. Il sondaggio è stato somministrato ad un campione di 921 agenti che operano nel campo immobiliare.
Dal sondaggio condotto è emerso che nell'ultimo trimestre dell’anno 2009 c’è stato un aumento del numero delle compravendite che si riflette anche su i prezzi degli immobili, che ora dopo un lungo periodo di ribasso, tendono alla stazionarietà. Per il 66,1 % degli intervistati le prospettive per i prossimi due anni sono giudicate positive e in peggioramento solo dal 12,2% degli agenti coinvolti nell’intervista.
Dall’inchiesta risulta inoltre che il numero totale di compravendite svolte attraverso la mediazione di un agente immobiliare risulta in costante aumento, in particolar modo, nelle aree urbane del Nord Ovest e del Centro, dove si è costatata una tendenza a quotazioni più stabili e non al ribasso. Infine, un altro dato significativo ed incoraggiante è che il numero di agenti immobiliari che ha venduto almeno un immobile è salito intorno al 69% sul totale degli intervistati.

Per gli agenti immobiliari, per chi vuole aprire un’agenzia immobiliare e per tutti gli imprenditori edili si annuncia un futuro propizio.

Sicuri di avervi dato una buona dose di ottimismo vi auguriamo di continuare una piacevole navigazione su Blog Immobiliare!

Nessun commento:

Posta un commento

Post recenti

Si è verificato un errore nel gadget