sabato 10 aprile 2010

Home staging: la professione che rende più bello il tuo immobile

Il mercato immobiliare è saturo? C’è una nuova professione che prova a sbloccare le vendite degli appartamenti, rendendoli semplicemente più appetibili per i possibili acquirenti. È l'home stager,una nuova figura professionale che riesce a cambiare faccia all’appartamento candidato alla vendita o alla locazione con semplici mosse.

La professione di
Home Staging è nata negli Stati Uniti agli inizi degli anni ’70 da un idea dell’agente immobiliare Barb Schwarz. La figura di home stager si diffonde velocemente in America, affermandosi come una vera e propria figura professionale a cui sia privati che agenti immobiliari ormai non possono fare a meno di rivolgersi per una consulenza. Ultimamente questa professione è arrivata anche in Europa contagiando i mercati dell’Inghilterra, Francia, Spagna e ora anche l’Italia.

A volte basta cambiare il colore alle pareti, altre volte riposizionare i mobili nella stanza e riorganizzare gli spazi, una nuova tenda, una nuova poltrona, o una nuova lampada, piccoli trucchi per una vendita o una locazione più veloce che solo un professionista preparato nell’attività di
Home Staging riesce però a suggerire. Per diventare un buon home stager non bisogna essere un arredatore di interni, né essere necessariamente un agente immobiliare o un architetto ma basta saper valorizzare un immobile con soluzioni semplici e poco costose.

Ecco perché l’ Associazione Italiana Home Stager ha deciso di organizzare corsi di formazione per home stagers, che offrono una panoramica generale sui principi dell’attività di
Home Staging, nozioni base su materiali, luci e forme, sulle diverse tipologie di costruzioni (casa classica, moderna, rustico, loft, etc.), l’insegnamento della pianificazione degli spazi, e principi fondamentali per la fotografia degli interni, utili al fine di rilasciare al cliente foto efficaci per la pubblicazione del suo annuncio. Per il resto è necessario avere occhio per le proporzioni, senso dello spazio, e buon gusto.

L'home stager può percepire dai 250 euro fino al 3% del valore dell'immobile. Il costo per pagare questa consulenza è recuperabile, da parte delle agenzie immobiliari o del privato che si affida a questa nuova figura, alzando leggermente il prezzo dell'appartamento, che avrà migliorato la propria quotazione grazie agli interventi di restyling.


Ma quali sono i vantaggi che gli agenti immobiliari possono trarre dalla consulenza di un Home Stager, visto che per entrambi l’obbiettivo è quello di piazzare un immobile al miglior prezzo, nel minor tempo possibile e alle migliori condizioni sul mercato immobiliare?
Ci sono vari motivi per cui è vantaggioso per gli agenti immobiliari stringere una collaborazione con un Home Stager, ad esempio crea un ottimo ritorno di immagine per l'agenzia e permette di differenziarsi sul mercato, di posizionarsi in una fascia esclusiva e di conseguenza il volume di affari si incrementerà sia in termini di ritorno sulle singoli contratti stipulati che di numero di incarichi affidati. Inoltre i clienti tenderanno a privilegiare le agenzie immobiliari che offrono il servizio innovativo di Home Staging.

Questa è la dimostrazione di come una semplice passione possa trasformarsi in una professione che per ora è agli inizi, ma che nei prossimi anni vedrà un vero e proprio boom in Italia.

4 commenti:

  1. Salve, stiamo allestendo delle nuove risorse per le figure di Home Stager in Italia
    nuovi servizi per mettersi in risalto e trovare nuove opportunità di lavoro.
    Trova inoltre una sezione dedicata ai corsi presenti in tutta italia, al momento gia presenti i quattro maggiori esponenti nazionali proprio rigurdanti corsi di home staging.
    Veniteci a trovare su http://homestageritalia.com/

    RispondiElimina
  2. Servizi di home staging sono già disponibili!
    Li offre BluePoppyArchitettura, uno studio di consulenza che si occupa, fra l'altro, di valorizzazione immobiliare. Le coordinate si trovano sul sito: www.bluepoppyarchitettura.com

    RispondiElimina
  3. Seguirò un corso di home stager il mese prossimo, ma non sono un'agente immobiliare, designer o archittetto, seguo il corso per pura voglia di imparare un nuova professione.
    E' un'attività che ho sempre sognato di poter fare e ora che ne ho la possibilità prendo "la palla al balzo".
    Dopo il corso riceverò un attestato riconosciuto dalla regione, mi pongo però delle domande, in Italia non essendo ancora riconosciuta la professione di home stager, da dove inizio?! La mia idea sarebbe di aprire una piccola impresa rivolta a privati e a collaborazioni con agenzie immobiliari..ma mi prenderanno davvero in considerazione, soprattutto le agenzie immobiliari? Potete darmi qualche dritta su come avviare la mia attività al meglio?

    RispondiElimina
  4. Anche noi svolgiamo attività di Home Staging in Provincia di Mantova e forniamo un punto di riferimento per chi vuole imparare la professione www.architetturain.it

    RispondiElimina

Post recenti

Si è verificato un errore nel gadget